RACCONTI E MUSICHE PER I GIORNI DI NATALE
Gianni Lamagna

14,90

Tracklist:

  1. Saccio ‘na bella canzone
  2. ‘O zampugnaro ‘nnammurato
  3. Natale e simm’eguale
  4. Nonna nonna
  5. Ndindinbò
  6. Natale napoletano (feat. Piccolo Coro Progetto Oasi)
  7. Villanella a ballo
  8. ‘A nuvena
  9. Tarantella ‘e natale
  10. Strummulillo
  11. Rosa d’argento rosa d’ammore la santa allegrezza (feat. Anna Spagnuolo, Pina Selillo)
  12. Lu zampugnariello
  13. La leggenda del lupino (feat. Anna Spagnuolo, Pina Selillo)
  14. Oj suonno (feat. Anna Spagnuolo, Lello Giulivo)

Data di uscita: 2011
Etichetta: DiMusicaInMusica

Disponibile

COD: DMIM010 Categorie: , ,

Descrizione

Sin dalla prima edizione (2004), il concerto, da cui prende il nome anche il Cd, ha ricevuto grandi consensi, e di anno in anno si è consolidato sempre di più diventando un evento molto atteso.
 Con Gianni Lamagna hanno partecipato: Lello Giulivo, Anna Spagnuolo, Pina Selillo, il Coro Mamme di Sisina e il Piccolo Coro Progetto Oasi. L’ensemble orchestrale è coordinato da Antonello Paliotti che ha curato anche gli arrangiamenti e la composizione di alcuni brani in scaletta. 
Una raccolta di testi e musiche della tradizione campana, un patrimonio straordinario per forme e linguaggi da divulgare e mantenere vivo. Tra i brani, canzoni divenute vera memoria storica della musica napoletana: La Leggenda del Lupino, ‘O zampugnaro ‘nnammurato, ‘A Nuvena, ma anche altri, meno noti: Natale Napoletano, Tarantella ‘e Natale, Lu Zampugnariello.
Inoltre, troviamo la famosa “Villanella a Ballo” da La Gatta Cenerentola, le composizioni di Paliotti; Nonna Nonna, Saccio na bella Canzone, Strummulillo, e un brano composto da Gianni Lamagna, “Natale e simm’ eguale”, per il Coro Mamme di Sisina e il Piccolo Coro Progetto Oasi, due realtà esistenti al Rione Sanità alle quali Lamagna e l’associazione “di Musica in Musica” sono molto legati curandone da anni i laboratori del Centro Progetto Oasi. 
Racconti e Musiche per i Giorni di Natale è un progetto per la difesa e la conservazione di un patrimonio già disgregato e privato dei suoi simboli sia religiosi che sociali, quelli di una comunità che non si riconosce perchè travolta dalla globalizzazione e dallo scellerato mercato.
Un gruppo, un’idea di ricerca che resiste e prova a presentarsi alle nuove generazioni, perchè anch’esse difendano e diffondano le parole e i suoni della propria appartenenza.

librerianeapolis.it